Skip links
Published on: News

Challenge Spesa Sballata: GreenSchool, Mappe e Negozi

Sono 23 le GreenSchool attive nella Challenge Spesa Sballata, eccole:
Besozzo – Scuola Primaria Mazzini
Brenta – C. Zoppis, VA069.
Brissago Valtravaglia – Educandato Maria S.S.Bambina
Busto Arsizio – IC Galilei Scuola Ada Negri
Busto Arsizio – Liceo Candiani Bausch
Busto Arsizio – Liceo Tosi
Busto Arsizio – Scuola Infanzia Speranza
Busto Arsizio – Scuola primaria De Amicis
Busto Arsizio – Scuola secondaria di primo grado De Amicis VA186
Cantello Scuola Primaria VA150
Castelveccana – Scuola Primaria VA166
Comerio – Scuola media Fermi
Fagnano Olona – Scuola Orrù
Laveno Mombello – Liceo Sereni
Morosolo (Casciago) – Primaria A. Manzoni
Portovaltravaglia – Primaria Vittorio Sereni
Saronno – Scuola Milite Ignoto
Somma Lombardo – Scuola Primaria Giorgio Macchi
Tradate – IC G.Galilei
Varese – Fondazione Tallachini di Masnago
Varese – Scuola Europea
Varese Scuola Primaria G.Garibaldi VA100
Vedano Olona Scuola E. De Amicis
Hanno inviato più di 900 messaggi al numero whatsapp 3513123035 e segnalato 27 nuovi negozi che hanno permesso loro di fare la spesa sballata, ovvero di acquistare prodotti alimentari freschi e freschissimi in contenitori riutilizzabili: gastronomie, panetterie, bar, vinerie, pasticcerie, ristoranti/pizzerie ed anche qualche negozio di prodotti sfusi per la casa e la persona, che si aggiungono ai 10 negozi sballati già attivi, tra Laveno Mombello ed il resto della provincia. Come la mappa mostra, molti se ne sono aggiunti a Busto Arsizio, grazie alle attivissime GreenSchool bustocche!

Consulta qui la mappa dei negozi sballati

https://maps.app.goo.gl/mH2zbZzGuY2ZvuM49

Si tratta di negozi di vicinato, nei quali il fare la spesa ha il ritmo lento della accoglienza e della chiacchiera, che lascia il tempo per la spesa sballata. Le catene della grande distribuzione, infatti, per ora, non ammettono la spesa sballata ma al più consentono l’acquisto di frutta e verdura sfusa, in retine riutilizzabili. Le nostre GreenSchool hanno infatti testato le retine sballate da Aldi, Conad, Coop, Esselunga, Unes, … Fa eccezione, tra le catene della grande distribuzione, solo Carrefour che, in occasione della Challenge, ha riattivato i suoi 4 punti vendita che già avevano partecipato alla prima sperimentazione della spesa sballata, nel 2020: presso i punti vendita Carrefour di Gallarate, Cocquio Trevisago, Varese (via Sanvito Silvestro) e Tradate è infatti possibile farsi servire sballato anche ai banchi della spesa assistita (gastronomia, pescheria, macelleria, panetteria) oltre che comprare frutta e verdura in retine riutilizzabili. Quindi dei supermercati che vedi in mappa, solo nei 4 punti vendita Carrefour puoi fare la spesa sballata di alimenti freschi e freschissimi, coi tupperware. Negli altri supermercati che vedi in mappa per ora puoi solo comprare frutta e verdura sfuse in retine riutilizzabili.

I 27 nuovi negozi di vicinato, dopo la segnalazione, sono stati contattati dal team di progetto per la formazione alle procedure di vendita in contenitori riutilizzabili definiti con ATS provinciale Insubria. In tutti questi negozi è possibile fare la spesa sballata portando contenitori riutilizzabili quali tupperware, con coperchio (per l’acquisto di alimenti freschi e freschissimi (come formaggi, affettati, carne, pesce, pasticcini, pasta fresca, prodotti di gastronomia, …) o sacchetti lavabili (ad es. per l’acquisto di pane fresco) o retine lavabili (per l’acquisto di ortofrutta o altri contenitori riutilizzabili per l’acquisto di prodotti per la casa e la persona. La Challenge continua! C’è tempo fino al 31 maggio 2024 per fare più spese sballate possibili inviando la posizione dei negozi che vendono sballato o che vogliono saperne di più al 3513123035, perchè siano contattati dal team di progetto. Per il dettaglio su come partecipare alla Challenge clicca

https://www.arsambiente.it/green-schools-varese-monitoraggio-spesa-sballata/