Progetto della raccolta differenziata a Capannori

Il Comune di Capannori, confinante con il Capolluogo di Provincia (Lucca), ha circa 44.500 abitanti ed è composto da numerosi borghi e paesi dispersi su un territorio molto esteso prevalentemente collinare e fa parte dell’ATO2 (Ambito Territoriale Ottimale). L’ASCIT SpA si occupa del servizio di raccolta e smaltimento, o recupero, dei rifiuti urbani (RU) nel Comune di Capannori.                                                                                                                            Il servizio di raccolta rifiuti urbani indifferenziati avveniva su base stradale, tramite l’impiego di cassonetti da lt 1800/2400/3200 in lamiera zincata o di colore verde scuro, vuotati da automezzo a caricamento laterale automatizzato. La raccolta di carta e cartone veniva effettuata attraverso lo svuotamento di contenitori in rete metallica collocate sul territorio del territorio comunale. La raccolta di vetro, plastica, lattine e tetrapak avveniva come raccolta del multimateriale con appositi contenitori verdi a forma di campana. Infine la raccolta della frazione organica viene effettuata attraverso lo svuotamento di bidoni da lt. 120-240 collocati nelle adiacenze dei cassonetti per RSU.

Dopo una sperimentazione attivata nel corso del 2005 presso la frazione di Guamo (650 ab.), su progetto curato da ARS ambiente, in cui è stato testato con successo il passaggio alla raccolta domiciliare, ovvero il prelievo dei RU e delle relative frazioni differenziate direttamente presso il domicilio delle utenze interessate, il sistema è stato esteso su tutto il territorio comunale.

Il sistema si basa sulla raccolta domiciliare delle principali frazioni secce ed umide, con l’impiego del sistema areato per la raccolta della frazione organica e riduzione delle frequenze di raccolta per le frazioni secce.                                  Il sistema progettato ha permesso di raggiungere livelli di riduzione rifiuti e raccolta differenziata di assoluta eccellenza.

Written by admin