L’Assemblea accoglie la giornata ‘Rifiuti Zero’ per promuovere una nuova gestione dei rifiuti a Madrid

L’Assemblea di Madrid ospita il Day ‘Rifiuti Zero: esperienze e iniziative della Comunità di Madrid’. Più di 80 politici e cittadini, le associazioni rappresentanti partecipanoa questa iniziativa, organizzata Zero Waste Madrid, con la collaborazione di Equo Madrid e Madrid.

Captura-de-pantalla-2016-03-30-a-las-20.30.23

Michele Giavini é relatore con una intervento di presentazione del nuovo modello di raccolta adottato dalla città di Milano (El ejemplio de Milàn), la più grande città al mondo con attiva la raccolta della frazione organica domestica (Forsu).

Evento Madrid 2016

La Comunità di Madrid ha generato nel 2010 più di 3 milioni di tonnellate di spazzatura. L’attuale gestione si basa su discariche e inceneritori. Il 70% dei rifiuti urbani finisce in discarica. Il resto (30% di che viene riciclata) solo il 45% è separatamente para raccolti riciclata da contenitori (carta, vetro e imballaggi ) mentre il resto viene raccolto misto. Sebbene tentativi per separare impianti di trattamento o di classificazione, i materiali organici ed inorganici ottenuti hanno una qualità molto basso per il riciclo e il compostaggio. Il risultato di tutto questo è che nella regione di Madrid poco riciclati e sbagliato e che la spazzatura è gestito nel modo più dannoso per la vita delle persone e dei sistemi di ecosistemi. ‘Rifiuti Zero significa progettazione e gestione di prodotti e processi che riducono il volume e la tossicità dei rifiuti, conservare e recuperare le risorse naturali e prevenire la sepoltura o incenerimento. Vogliamo coinvolgere la comunità, alla cittadinanza, di essere attivi in ​​un cambiamento di paradigma volto a ridurre i rifiuti, la creazione di posti di lavoro verdi “, spiega Cloti Cuellar, Councilwoman EQUO a Arganda del Rey e membro del Piattaforma.

A questo link la descrizione dell’iniziativa spagnola.

Qui le presentazioni!

 

Written by admin