aprile 22, 2005 CS Riduzione Nessun commento

Adottalo, non è un bidone“: il compostaggio domestico dei rifiuti (2005)adottalo non e un bidone

Il compostaggio domestico o auto-compostaggio è un metodo di valorizzazione dei materiali organici di scarto a livello di singoli nuclei familiari. L’obiettivo finale è la produzione di un terriccio organico con proprietà fertilizzanti, da impiegare in attività agronomiche di diverso tipo, quali la coltivazione dell’orto, dei giardini, delle piante ornamentali da fiore o da foglia in vaso, etc., in sostituzione od integrazione a fertilizzanti organici tradizionali quali letami/stallatici, torbe, etc. Prevedendo un recupero diretto di materiali organici di scarto all’interno dell’economia familiare, il compostaggio domestico intercetta materiali valorizzabili prima ancora della loro consegna al sistema di raccolta, sottraendoli  al computo complessivo dei rifiuti gestiti (in forma differenziata e non); sotto questo profilo, è importante rimarcare il fatto che, ad es. analogamente al reimpiego dei manufatti vetrosi,  al compostaggio domestico va più propriamente applicata, in luogo di quella di attività di “raccolta differenziata e riciclaggio” la definizione di intervento di “riduzione all’origine” dei rifiuti. Il contributo del compostaggio domestico è quindi fondamentale nell’ambito del sistema integrato di gestione dei RU, ed una sua adeguata promozione è in grado di generare diversi effetti “virtuosi”.

Written by admin