ARS ambiente a SUM 2012

ARS ambiente partecipa al simposio SUM 2012 con il  lavoro Innovative evaluation of economic data on source separation schemes in Lombardy – M. Giavini, N. Padovan, A. Cozzi, G. Ghiringhelli (IT)

11.10 – 12.50 SESSION A6 Economic and Life Cycle Evaluation in Urban Mining

Presentazione

Lo spazio urbano va inteso come il luogo (fisico o virtuale) caratterizzato da un uso sociale collettivo nel quale si esercitano i diritti/doveri di cittadinanza, d’informazione, di azione politica, di attività economica e produttiva. Conoscere il territorio urbano significa conoscere e relazionarsi con la realtà che ci circonda e di cui siamo parte integrante, significa conoscere e controllare il flusso di materiali e di energia necessario per il nostro metabolismo urbano, in termini di necessità ed approvvigionamento di materie prime, di produzione responsabile e ecobilanciata, di gestione sostenibile dei rifiuti, di minimizzazione della dispersione incontrollata e diffusa delle sostanze potenzialmente contaminanti, e di recupero di risorse dai residui (urban mining), di chiusura virtuosa del ciclo della materia.
L’Urban Mining nella sua accezione più estesa sta a rappresentare le azioni e le tecnologie che possiamo mettere in atto per recuperare risorse prodotte dal catabolismo urbano (residui civili, industriali, agricoli, di recente o di vecchia produzione) in termini di materie prime seconde e di energia. Significa superare la logica lineare dello schema: Risorse (in genere fossili e non rinnovabili)-Produzione-Consumo-Rifiuto-Smaltimento per entrare nella logica dell’economia circolare. Significa andare oltre la raccolta differenziata e l’attuale approccio basato sulla responsabilità del consumatore, con maggiore recupero di risorse e migliore qualità, con maggiore tutela dell’ambiente, con il coinvolgimento della responsabilita’ dei produttori, con minori costi per la collettività. Senza demagogie o ideologiche fughe in avanti che neghino la funzione delle tecnologie di trattamento e dello smaltimento finale con chiusura del ciclo della materia.
Il Simposio durerà tre giorni e prevede sessioni orali ed una visita tecnica.
Le lingue ufficiali del Simposio sono l’italiano e l’inglese. Durante il convegno é previsto un servizio di traduzione simultanea.

Temi del simposio

Il Simposio durerà tre giorni e tratterà i seguenti argomenti: • Fonti e caratterizzazione di materiali e risorse energetiche nello spazio urbano • Rifiuti solidi domestici, commerciali, industriali, RAEE, Fanghi di depurazione, liquami civili e industriali, rifiuti di demolizione, Scarti del cibo, pneumatici, ecc.) • Rifiuti da autoveicoli dismessi • Tecniche di separazione alla fonte • Criticità dell’attuale sistema di raccolta differenziata • Programmi di restituzione al produttore (Take back programs) • Centri di riuso (Ecopoint, Tip shops, Banche rifiuti, ecc.) • Tecnologie di estrazione di materiali e risorse • Landfill mining
• Trattamenti di valorizzazione di materiali e risorse • Filiere del ricircolo e mercati • Aspetti economici e finanziari • Aspetti normativi e legali • Bilanci ambientali (Analisi di ciclo di vita) • Casi di studio

Written by admin