Blog

A Seveso il meeting internazionale di Waste4Think

By

16 giugno 2017

News, News_ENG

A Seveso il meeting internazionale di Waste4Think

L’8 e 9 Giugno si sono riuniti a Seveso 50 delegati del progetto Waste4Think in occasione del terzo meeting plenario di progetto. A oramai un anno dal suo inizio, tanti sono gli argomenti di cui si è discusso anche sulla base dei primi esiti delle attività.

waste4think-seveso_delegazione

Seveso è il caso pilota al momento più avanzato: nel marzo 2017 è stato infatti approvato il nuovo regolamento rifiuti che introduce la tariffa a misura, uno strumento più equo per cui parte della tariffa rifiuti è pagata sulla base dei sacchi blu conferiti.

Già all’inizio del progetto Seveso si distingueva per l’alto tasso di raccolta differenziata alto, intorno al 75%, ma nel mese di maggio 2017 si è raggiunto l’eccezionale traguardo dell’82% di raccolta differenziata, confermando la scelta vincente dell’introduzione della tariffa a misura. L’esperienza di Seveso rappresenta una delle pratiche più innovative di gestione dei rifiuti: in tutta Europa sono meno di 200 le città che hanno sperimentato la tariffa puntuale.

Per questo, proprio il caso pilota Seveso è stato preso ad esempio come buona pratica e illustrato durante il meeting ai partner europei. Il 9 giugno, con la preziosa collaborazione di GELSIA, il Comune di Seveso ed Michele Giavini di ARS ambiente hanno mostrato il sistema di raccolta di Seveso, i mezzi di raccolta e il sistema RFID del sacco blu.

dav

sdr

sdr

La collaborazione tra i partner italiani (Legambiente con Agenzia Innova21, il Comune di Seveso, le società ARS ambiente e Softline) ha dato frutto con altre preziose azioni per il cambiamento dello stile di vita dei cittadini di Seveso e la riduzione al minimo degli impatti ambientali dovuti alla gestione dei rifiuti, tra cui la sensibilizzazione dei cittadini, l’introduzione dei pannolini lavabili e delle eco-feste popolari.

«Ancora una volta la nostra città, come avvenuto lo scorso anno a Bruxelles in occasione del convegno sui 40 anni dall’incidente della diossina, è al centro di un momento di riflessione a livello europeo sulle politiche di sostenibilità ambientale. – dichiara Paolo Butti, sindaco di SevesoLe azioni avviate a Seveso per la riduzione della produzione dei rifiuti indifferenziati gioveranno non solo alla nostra città, che già ha ottenuto risultati positivi in termini di aumento della raccolta differenziata e riduzione dei costi del servizio, in controtendenza rispetto al trend regionale e nazionale, ma gioverà anche a tutte le realtà amministrative che da noi stanno prendendo spunto per attuare questo percorso virtuoso».

Il progetto Waste4Think nel suo complesso prevede diverse azioni nelle quattro aree urbane interessate dalla sperimentazione (oltre a Seveso, Zamudio in Spagna, Halandri in Grecia e Cascais in Portogallo), coinvolgendo un totale di 300mila abitanti. Oltre all’introduzione della tariffazione puntuale le attività già in corso prevedono iniziative di educazione ambientale nelle scuole e nelle istituzioni locali, recupero del rifiuto organico nell’ottica di una valorizzazione degli scarti come nuova risorsa, promozione dell’utilizzo di pannolini lavabili e impianti innovativi di trattamento per questo tipo di materiali.

Altre informazioni sul sito di progetto:

http://waste4think.eu/news-events

lettera-ringraziamento-sindaco-seveso-w4t-2017servizio-speciale-giornale-di-seregno-desio-6-06-2017-sott

Tags